Basso elettrico Gibson Explorer

Project Details

CLIENT

DATE

IN

SKILLS

LINK

PROJECT DESCRIPTION

Lo strumento si presentava con il bordo superiore del body completamente fresato, a mo’ di cornice, dipinto con una vernice verde pastello per farla risaltare maggiormente.


Dello stesso colore verde erano state dipinte anche le scritte Gibson presenti sui pick-ups e sul coperchietto di chiusura del truss-rod presente sulla paletta.
Si richiedeva quindi un tipo di lavoro molto delicato e laborioso, poiché era impossibile riempire o aggiungere il legno mancante con stucchi o altri materiali similari; si è perciò asportata, attraverso l’utilizzo di una fresa, tutta la parte del legno lungo a forma di cornice.
In questo modo si è realizzata una battuta o bassofondo che permettesse di alloggiare un nuovo bordo in legno chiaramente della stessa qualità del corpo ( mogano ), in modo da poter così risagomare la forma originale del body.


Il mogano utilizzato è stato inoltre scelto accuratamente , in modo che presentasse la stessa venatura di quello costituente il corpo dello strumento, questo oltre che per una questione estetica anche principalmente per evitare una marcatura delle zone di incollaggio dovuto alle possibili azioni di ritiro del legno nel tempo.
Dopo aver provveduto a scegliere e preparare le nuove parti si è proceduto al loro incollaggio sul bassofondo ricavato sul corpo. Si sono lasciate essiccare le parti incollate per un lungo periodo in modo da consentire un buon assestamento del legno impiegato prima di procedere alle lavorazioni successive.
La fase successiva è stata la modellatura dello strumento, operazione molto impegnativa e gravosa, data la particolare forma che caratterizza questo basso che è stata realizzata totalmente a mano.


La rimodellatura degli spigoli e del body è stata quindi un’operazione piuttosto lunga e difficoltosa. Successivamente si è proceduto alla verniciatura totale dello strumento, operazione che ha richiesto una serie numerosa di accorgimenti ed anch’essa molto impegnativa.


Si sono dovute dare diverse mani di vernice turapori in quanto il mogano è un legno caratterizzato da una porosità abbastanza insolita ed accentuata, fino ad ottenere una superficie perfettamente liscia, successivamente il color nero e la vernice trasparente finale lucida.
Infine si è provveduto a ripulire le parti accessorie dalla vernice (pick-ups e coperchietto truss-rod) e al riassemblaggio di tutte le parti elettroniche e meccaniche (ponte, manopole e meccaniche) sullo strumento.
Lo strumento è stato riportato così allo stato come in origine. In un caso come questo i tempi di realizzazione dell’intervento possono richiedere anche alcuni mesi o più per ottenere il risultato ottimale.
Lo strumento su cui sono state descritte le operazioni di riparazione è di proprietà del Sig.Carlo Barosso che ci ha gentilmente concesso di esporre questo servizio.
La foto in evidenza è stata da lui realizzata alla consegna dello strumento.