Paletta Basso Gibson Thunderbird

Project Details

CLIENT

DATE

IN

SKILLS

LINK

PROJECT DESCRIPTION

Anche questa volta è arrivato nel nostro laboratorio un basso elettrico con rottura classica della paletta; molti di questi strumenti sono soggetti a spaccature di tale genere.

Ẻ stato portato da noi in seguito ad un rudimentale tentativo di incollaggio, il cui risultato è stato scadente, sia dal punto di vista estetico che meccanico (3217, 3215).

Successivamente ad un’attenta valutazione è stato necessario quindi staccare le due parti e ricongiungerle in modo più radicale.

Per ottenere un risultato soddisfacente, dopo aver rincollato la paletta, abbiamo rimosso il primo pezzo di tastiera, ed introdotto due inserti di legno (3223, 3222). Questi sono stati sistemati a cavallo tra manico e paletta per unire ed irrobustire la parte lesa. Ovviamente, a lavoro concluso, essi non dovevano vedersi e poiché dalla parte posteriore non vi era sufficiente spazio, abbiamo deciso di inserirli dalla parte frontale.

In seguito abbiamo staccato molto accuratamente quel sottile strato di materiale plastico, che forma il tipico bassofondo caratteristico dei bassi Thunderbird e delle chitarre Firebird (3227, 3228, 3230).

A questo punto, mediante l’uso di una fresa, abbiamo creato le sedi per la disposizione dei suddetti inserti in mogano (3231, 3232, 3233).

Di conseguenza, dopo avere accuratamente rispianato le superfici, siamo passati al riposizionamento ed incollaggio della parte frontale della paletta e del primo pezzo di tastiera che avevamo precedentemente rimosso. (3239, 3240, 3243, 3246, 3248, 3250)

A lavoro svolto, il manico al suo interno era completamente consolidato e quindi non rimaneva che riverniciarlo,  con la dovuta accortezza di non coprire, quindi non cancellare il numero di serie sul retro paletta.

A lavoro ultimato lo strumento era “ok”! (3253, 3255, 3258, 3263).

Redivivus ha colpito ancora!!!