Chitarra elettrica Parker Fly

Project Details

CLIENT

DATE

IN

SKILLS

LINK

PROJECT DESCRIPTION

La chitarra, a causa di una caduta, presentava la rottura del manico all’altezza del nut (capotasto).

Il legno tenero di questi modelli è rivestito con un foglio di carbonio molto sottile di circa 3 decimi di spessore.
Il tipo di rottura era piuttosto netto e presentava notevoli difficoltà nel fare combaciare le parti e la superficie di incollaggio utile era piuttosto ridotta in quanto circa il 40% della superficie conteneva la piastrina del truss rod dove assolutamente la colla non doveva agire.

Dopo aver unito con molta cura le due parti isolando la parte del truss rod con della cera si procedeva a fissare con uno specifico collante le due parti. Dopo di che per ridare solidità e consistenza al manico si provvedeva a realizzare due fresature longitudinali tra paletta e manico nelle quali venivano inseriti successivamente due tasselli di legno molto duro (acero).

Con questo sistema oltre al rinforzo della paletta si poteva ottenere una maggiore stabilità delle parti nel tempo con una buona garanzia di tenuta alla tensione delle corde. Dopo l’incollaggio delle due catenature si è provveduto a risagomare le parti sul manico carteggiando e rimodellando la parte interessata.
Per completare e ricostruire perfettamente la superficie del retro-paletta è stato utilizzato un sottile strato di vetroresina.
Questa operazione consentirà di mantenere inalterata la finitura nel tempo rinforzando ulteriormente la giunzione tra le due parti.
Dopo varie levigature e carteggiature si è proceduto alla preparazione per la verniciatura finale. Durante la verniciatura finale si è provveduto come in ogni nostro intervento con molta cura a ricreare la stessa colorazione, rosso metallizzato, evitando di riverniciare l’intero strumento.

Alla fine dell’intervento lo strumento aveva riacquistato le caratteristiche originali compresa la perfetta funzionalità del truss rod e soprattutto non presentando tracce dell’operazione effettuata.